Architettura e Scultura nell'Antica Roma

Arte dell'Antica Roma

Parlando di arte romana ci si riferisce alle opere realizzate nel periodo incluso tra la fondazione di Roma e la caduta dell'Impero d'Occidente, avvenuta nel 476. Un'epoca storica ampia, così come i confini di un Impero che ha unito popolazioni e culture assai distanti fra loro. Un patrimonio artistico e culturale eccezionalmente abbondante in ogni campo del sapere e dell'arte.


L'ARCHITETTURA ROMANA
I romani si ispirano ai principi architettonici greci, adattandoli ai propri gusti e alle esigenze di un Impero dagli immensi confini. In merito è interessante notare come in ogni città conquistata i Romani fossero soliti esportare l'idealtipo dell'Urbe con un'efficiente rete stradale, una piazza, un tempio, unanfiteatro, le terme e vi dicendo...
Da tale felicissima riproduzione di un modello tipico scaturisce anche l'incredibile opportunità di ammirare i lasciti dell'arte antica in molte città italiane ed in particolare nella Roma odierna che consente di rivedere i resti delle opere del passato, come i fori, il mercato, le terme, gli anfiteatri e le ville.

Nella galleria dei capolavori dell'arte romana scegliamo due esempi particolarmente significativi per la cultura antica e moderna: l'anfiteatro e le terme.


L'anfiteatro è l'edificio ellittico creato per spettacoli pubblici, come giochi ed incontri di gladiatori, e fra tutti ricordiamo il Colosseo, il più grande di tutti in quanto a capienza e a fama. Il centro dell'anfiteatro, anticamente ricoperto di sabbia, è circondato dalla cavea, ovvero le gradinate riservate agli spettatori, con i posti rigorosamente assegnati in base al censo.


Le terme sono luoghi centrali nell'Antica Roma dal punto di vista sociale ed igienico, strutture incredibilmente complesse e moderne, suddivise in diverse sale al loro interno. Celeberrime sono le Terme di Caracalla, costruite fra il 212 e il 217 sul colle Aventino e splendidamente conservate.

 


LA SCULTURA ROMANA
Come l'architettura anche la scultura romana s'ispira alla tradizione greca, in alcuni casi facendo delle vere e proprie copie delle statue elleniche, riproduzioni grazie alle quali siamo riusciti ad ammirare opere altrimenti perdute, ed in altri innovando profondamente.


Le società romana esalta, infatti, la prestanza fisica dei guerrieri e celebra i potenti, collocandosi in tal maniera agli antipodi rispetto al mondo greco che volge l'attenzione verso gli dei e le narrazioni epiche.

La scultura romana ci ha donato i busti, assai utili a diffondere nelle diverse città i valori incarnati dagli Imperatori. Tra tutti ricordiamo la Statua di Augusto di Prima Porta (20-17 a.C.), attualmente conservata nei Musei Vaticani.